reali di sicilia

La vinificazione

Tutti i vari passaggi che effettuiamo per dare nuova vita alla nostra uva.
La produzione dei nostri vini è interamente effettuata seguendo la lavorazione tradizionale.

Le fasi di vinificazione

La vendemmia

La vinificazione inizia prima di raccogliere l’uva dalla vite, in quanto la cura del vitigno ha bisogno delle giuste attenzioni già a partire dalla coltivazione. Una volta completata la maturazione, avviene la raccolta dell’uva.
Nel caso delle uve bianche si anticipa leggermente la raccolta, mentre, per le uve rosse, si ritarda leggermente.

La Pigiatura

La vinificazione continua con la pigiatura, con il quale conclude il processo di fermentazione alcolica che trasforma zuccheri e acqua dell’acino, in alcol e anidride carbonica. Di solito si esegue con apposite macchine che hanno la capacità di pigiare l’uva e scartarne i raspi. Il mosto che durante la fermentazione aumenta di volume, viene pompato nel tino fino a riempirlo quasi del tutto.

La fermentazione

Quando il mosto è nel tino, ha inizio la fase della fermentazione.
Molto importante è la temperatura, che non dovrà mai essere inferiore ai 18°C.  A questo punto, si forma il cosiddetto cappello, che sprigiona dei gas che aiutano a spingere le vinacce verso l’alto. Il mosto può essere lasciato a macerare nel tino anche un paio di settimane, a seconda del tipo di vino, come ad esempio per quello invecchiato.

L’imbottigliamento

Molto importante per questa fase è il rispetto delle rigorose norme igieniche. Per il momento dell’imbottigliamento alcuni tengono in considerazione le fasi lunari e tendono a seguire il clima, prediligendo giornate più soleggiate e con pressione alta.

nobili sapori

Resta aggiornato

Seguici