Vino siciliano, unico ed inimitabile

Scopriamo insieme qualcosa sul vino siciliano. Come tutti sanno, la Sicilia è una terra ricca di storia, arte e cultura, di popoli ed etnie, ma forse in molti non sono a conoscenza del fatto che vanta anche una lunga tradizione vinicola.

Il territorio vinicolo siciliano non è limitato alla sola isola maggiore, ma coinvolge anche isole minori come le isole Eolie o l’isola selvaggia di Pantelleria. Le zone che potremmo definire ‘protagoniste’ sono veramente tante, per citarne qualcuna: Erice, Segesta, Monreale, Noto, Siracusa… e altri ancora, tutti luoghi che offrono vini di grande spessore, gioco-forza anche la natura particolare e vulcanica della terra.

È qui che sono nati vini ormai noti in Italia e nel mondo:  il Passito di Pantelleria, la Malvasia di Lipari, originali vini da dessert, il Marsala o, ancora, il Moscato di Siracusa. Tra i bianchi vanno citati: Grillo, Inzolia e Zibibbo, tra i rossi degno di nota è sicuramente il Nero d’avola.

Restringendo il campo…

Restringendo il campo, dunque, potremmo dire che vi sono vini che regnano in terra sicula:

  • Il Syrah, tannico, deciso e con una notevole gradazione alcolica
  • Il Nero d’avola, rosso, caldo e particolarmente corposo
  • Il Grillo, bianco, fresco, dalle note morbide
  • Il Marsala, merita sicuramente di essere citato; un vino liquoroso (che ha saputo conquistare i palati più del Porto). E’ possibile gustarlo: fine, superiore, superiore-riserva, vergine o stravecchio. E’ stato il primo vino DOC della storia vinicola italiana.
  • Il Passito, un vino dolce e profumato, perfetto in abbinamento a formaggi stagionati e dolci tipici della tradizione locale.
  • La Malvasia di Lipari, nelle Eolie, è un passito prodotto da uva Malvasia di queste zone; un sapore delicato e complesso, allo stesso tempo, ottimo anche da consumare da solo.

La scelta di un vino siciliano da accompagnare ai pasti, dall’aperitivo al dessert, è sicuramente una scelta lodevole; un vino che ha storia, carattere.

Successo e fiducia

Relegati fino a qualche tempo fa a “materiale da taglio”, venivano cioè usati soprattutto in aggiunta vini francesi e piemontesi, solo per arricchirne il sapore o per cambiarne il colore, solo in tempi che potremmo definire recenti hanno preso campo, riscuotendo un successo ed una fiducia assolutamente meritati.

Oggi la produzione vinicola in Sicilia ammonta a milioni di ettolitri, grazie ad un’estensione di circa 110 mila ettari di vigneti; ( la sola provincia di Trapani produce circa il 10% del vino italiano!).

Paesaggi da vedere e sapori da gustare

E se è vero che il  vino siciliano, ora, si trova praticamente ovunque, perché non venire a scoprirlo direttamente nella sua terra natale? Per scoprire colori, odori e sapori di un’isola magica, con le sue cantine, le sue chiese, il suo cibo. Tutto qui racconta un passato prezioso e senza tempo, fedele a se stesso per secoli.

Reali di Sicilia

Nel frattempo, Reali di Sicilia ha deciso di portare ogni giorno sulla tua tavola, il gusto nobile e verace di questa terra. Visita il nostro sito e scopri qui la nostra selezione di vini: bianchi, rossi e rosati per stupire te e chi ti sta intorno ad ogni singolo sorso. Contattaci per ricevere tutte le informazioni che desideri! E non dimenticare di seguirci sui social per restare sempre aggiornato!